L’Insulto: una storia umana sull’importanza della parola

Dopo il grande successo all’ultima edizione del Festival di Venezia, arriva nelle sale italiane L’Insulto di Ziad Doueiri, candidato libanese ai prossimi Oscar.

 

Vi siete mai chiesti a quali imprevedibili conseguenze possa condurre un banale litigio? A questa insidiosa domanda cerca di rispondere L’Insulto, il nuovo film diretto dal regista libanese Ziad Doueiri, che arriverà nelle sale italiane a partire dal 7 dicembre.

Una questione solo apparentemente privata

A causa di un litigio nato da un banale incidente, tra Tony, libanese cristiano, e Tasser, rifugiato palestinese, nasce un aspro conflitto che li porterà a scontrarsi in tribunale. Quella che sembrava apparentemente una questione privata, si trasforma poco alla volta in un evento (anche mediatico) di proporzioni incredibili.

Il processo che vedrà coinvolti Tony e Tasser, insieme ai loro avvocati e familiari, sarà in realtà lo scenario che ospiterà lo schieramento di due fazioni opposte in un paese ancora profondamente segnato da culture e religioni diverse.

l'insulto film

Da Venezia agli Oscar

L’Insulto arriva nelle sale italiane dopo il grandissimo successo ottenuto alla 74° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, dove il co-protagonista Kamel El Basha, interprete di Yasser, ha ricevuto la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile.

Il film è stato inoltre selezionato per rappresentare il Libano ai premi Oscar 2018 nella categoria miglior film in lingua straniera.

 

Un’affascinante riflessione sulla società libanese

L’Insulto ricorda i grandi legal thriller americani che hanno appassionato milioni e milioni di spettatori nel corso degli anni, ma la pellicola di Ziad Doueiri è essenzialmente un dramma giudiziario sull’importanza della parola, oltre ad essere un’acuta e affascinante riflessione sull’odierna società libanese.

Come in una versione moderna del western, il regista contrappone i personaggi di Toni e Yasser, rappresentanti di due forze della società libanese ben distinte. Sullo sfondo, anni di problemi irrisolti che non sono mai stati affrontati, neanche a trent’anni di distanza dalla fine della guerra civile.

l'insulto film

Una storia umana dalla dimensione universale

Se amate le grandi storie umane dalla dimensione universale, L’Insulto è il film che fa al caso vostro. Una ricerca estenuante e coraggiosa per recuperare l’onore e la dignità attraverso la strada della giustizia e del perdono. Non perdete L’Insulto dal 7 dicembre al cinema.