Le tre vite di Moonlight

Il film più acclamato dell’anno arriva al cinema il 16 febbraio: è Moonlight, vincitore del Golden Globe al Miglior film e candidato a 8 premi Oscar.

Tre capitoli raccontano tre vite dello stesso personaggio: Chiron, ragazzo di colore cresciuto nei sobborghi di Miami che lotta per trovare il suo posto nel mondo. Infanzia, adolescenza e maturità sono i tre momenti che ci fanno conoscere il protagonista, attraverso le vicende che lo formano come persona e che lo trasformeranno in adulto.

Moonlight

Chiron attraversa un’infanzia difficile: la madre si droga e lui viene cresciuto da un’altra famiglia. A scuola è vittima dei bulli che lo picchiano a sangue. Perché? Chiron è gay e dovrà affrontare un lungo percorso alla scoperta della sua sessualità e dell’attrazione per il migliore amico Kevin.

 

Chiron continua a essere preso di mira dai coetanei anche nel periodo dell’adolescenza. Nell’ambiente in cui vive la criminalità è all’ordine del giorno e il ragazzo sarà coinvolto nella spirale di droga e violenza che lo porterà in carcere. Ma quando uscirà, sarà un adulto completamente diverso.

Il viaggio di Chiron è accompagnato da un’incredibile colonna sonora che cambia ad ogni mutamento fisico del protagonista, unendo i capitoli separati del film.

Moonlight è una storia universale che parla di amore, famiglia e riconciliazione dedicata a tutte le persone che si sentono diverse o vittime delle proprie emozioni. Come riassume Berry Jenkins, regista e sceneggiatore:

Si tratta di un film che coinvolge e trascina, nel quale i personaggi affrontano un po’ alla volta i sentimenti ai quali permettono di affiorare. Quello che restituiscono al mondo attraverso l’espressione di quei sentimenti non è altro che il desiderio universale di affermare la propria identità.