Tre generazioni di Spider-Man a confronto

Uno dei supereroi Marvel più amati di tutti i tempi, nonché uno dei primi ad avere una vita cinematografica, sta per tornare al cinema in Spider-Man: Homecoming.

Già visto al fianco degli Avengers in Capitan America: Civil War, dal 6 giugno al cinema Spider-Man: Homecoming mostra un giovanissimo Peter Parker imparare ad usare i propri poteri grazie a un maestro esperto in materia: Iron Man.

 

Il ragazzo dai sensi di ragno ha vissuto tre vite cinematografiche. Qual è il tuo Spidey preferito?

Le tre vite cinematografiche di Spider-Man

Creato da Stan Lee e disegnato da Steve Ditko nel 1962 le storie su carta dell’Uomo Ragno ci tiene compagnia da più di cinquant’anni.

Il fumetto targato Marvel Comics ha come protagonista un giovane liceale, Peter Parker che, morso da un ragno radioattivo, sviluppa alcuni poteri, tra cui forza, agilità e riflessi fuori dal comune. Insieme a un senso da ragno che lo avverte quando c’è un pericolo imminente.

Spider-Man

Dopo la morte di suo zio Ben, sentendosi in colpa dell’accaduto, il ragazzo decide di usare i suoi poteri per il bene diventando un eroe.

IGN mette Spider-Man al terzo posto della Top 100 dei supereroi dei fumetti. La più alta posizione raggiunta da un eroe Marvel, visto che al numero 1 e 2 ci sono rispettivamente Superman e Batman.

#1 Spider-Man di Sam Raimi

Il regista di La Casa passa ai supereroi nel 2002 quando inizia la trilogia dedicata all’Uomo Ragno.

Sam Raimi sceglie Tobey Maguire per interpretare l’adolescente impacciato che si ritrova con abilità fuori dal comune.

Al suo fianco Kirsten Dunst nei panni di Mary Jane: la vicina di casa e primo amore di Peter Parker.

Willem Dafoe e James Franco interpretano Norman e Harry Osborn. Mentre il primo è un geniale scienziato dai risvolti malvagi quando assumerà l’identità di Green Goblin, il secondo è il miglior amico di Peter prima di prendere il posto del padre come New Goblin.

I film in tutto sono tre.

Il primo del 2002 fu seguito dal secondo capitolo del 2004 (premio Oscar per i migliori effetti speciali) e l’ultimo nel 2007, tutti diretti da Raimi.

Spider-Man fu uno dei primi supereroi a guadagnare una trilogia cinematografica, prima che il cinecomic fosse all’ordine del giorno.

#2 Amazing Spider-Man di Mark Webb

Un reboot completo arriva nel 2012 con The Amazing Spider-Man interpretato da Andrew Garfield.

Tratto dalla omonima serie a fumetti, questo nuovo inizio cambia i toni del film rispetto ai precedenti, rendendoli più leggeri e alla portata anche di coloro che non conoscono la saga.

amazing spider-man

Seguito due anni dopo da The Amazing Spider-Man: Il Potere di Electro, il nuovo franchise ha un cast di eccellenza con Emma Stone nei panni di Gwen Stacy e Rhys Ifans, Jamie Foxx, Dane DeHaan e Paul Giamatti come villain, rispettivamente Lizard, Electro, Green Goblin e Rhino.

#3 Spider-Man: Homecoming

Abbiamo visto il nuovo Spidey nel terzo capitolo dedicato a Capitan America, ovvero Civil War.

Alcuni componenti della squadra degli Avengers e alcuni nuovi supereroi si trovano a combattere su due fazioni opposte.

Tra le nuove reclute anche Peter Parker – stavolta interpretato da Tom Holland – che viene contattato da Tony Stark per entrare a far parte della sua squadra.

Spiderman Homecomng

Sotto la guida di Iron Man, Peter non può che diventare un grande supereroe, anche se dovrà affrontare il temibile Adrian Toomes AKA Avvoltoio interpretato dall’attore di Birdman Michael Keaton. Il piano di questo supercriminale è combinare la tecnologia umana con quella aliena per raggiungere i propri scopi.

Scopriremo di più il 6 luglio quando Spider-Man: Homecoming sarà sale Circuito Cinema.

Quale delle tre trasposizioni dell’Uomo Ragno è la tua preferita?