Gli eventi di Giugno che non puoi perdere nelle sale Circuito Cinema

Ci avviciniamo all’estate ma i grandi eventi al cinema non vanno ancora in vacanza e abbiamo proposte imperdibili per il mese di giugno.

I grandi eventi al cinema nel mese di giugno

The Dream, Symphonic Variations, Marguerite and Armand

In diretta via satellite al cinema
Mercoledì 7 giugno 2017
ore 20.15

Royal Oper House

Coreografia di Frederick Ashton
Con Roberto Bolle (Marguerite and Armand)
Emmanuel Plasson dirige l’orchestra.

 

The Royal Ballet conclude le celebrazioni per i 70 anni di produzioni alla Royal Opera House con un programma misto di balletti del coreografo fondatore Frederick Ashton.

Tre balletti con un cast eccezionale di danzatori, tra cui Roberto Bolle, che volteggiano sulle note di Mendelssohn, Franck e Liszt.

Continua su oltre 1500 schermi cinematografici di tutto il mondo la stagione 2016-2017 del cartellone della Royal Opera House di Londra al cinema, con la proiezione degli spettacoli e dei balletti dal prestigioso palcoscenico di Covent Garden.

the dream

Il prossimo appuntamento, previsto per mercoledì 7 giugno in diretta via satellite alle ore 20.15, è con un trio di balletti firmati dal coreografo fondatore del The Royal Ballet, Frederick Ashton: The Dream, Symphonic Variations, Marguerite and Armand, vivranno sul palco della Royal Opera House per celebrare i 70 anni di produzioni della nota compagnia internazionale.

Questo eccezionale programma misto è stato curato per mostrare l’ampia visione creativa di Frederick Ashton, con la direzione d’orchestra, per tutti e tre i balletti, di Emmanuel Plasson.

The Dream, sulle note di Felix Mendelssohn, è l’adattamento di Ashton della turbolenta commedia shakespeariana in cui uno spirito della foresta porta scompiglio, armato di una pozione d’amore. La ballerina Sarah Lamb danza nel ruolo di Titania, mentre Steven McRae riveste i panni di Oberon.

Symphonic Variations è stato il primo lavoro di Ashton eseguito dopo la seconda guerra mondiale, nonché uno dei primi a essere rappresentato sul palco principale della Royal Opera House, nel 1946. Con eccellenti ballerini tra cui Marianela Nuñez e Vadim Muntagirov, che interpretano una serie di quartetti, duetti, sestetti e assoli per il meditativo Variations symphoniques di Franck, questo capolavoro fondamentale celebra la bellezza pura del movimento.

Marguerite and Armand è la bellissima ed emozionante rivisitazione di una storia a noi familiare grazie all’opera di Giuseppe Verdi: La Traviata. È noto che Ashton ideò questo intenso balletto basandosi su Margot Fonteyn e Rudolf Nureyev nel 1963.

In occasione di questa celebrazione, sulle musiche di Franz Liszt, danzano la ballerina Zenaida Yanowsky nei panni di Marguerite, e l’eccezionale Roberto Bolle, che interpreta Armand a passi di danza.

Eurcine

Giulio Cesare

Sword Art Online: The Movie – Ordinal Scale

13 – 14 Giugno 2017

Storia originale: Reki Kawahara (Dengeki Bunko)
Regia: Tomohiko Ito
Character Design: Shingo Adachi
Music: Yuki Kajiura

 

2022: più di diecimila giocatori si collegano a un gioco virtuale e vi rimangono letteralmente intrappolati perché qui “Game Over” significa morire, non solo nel gioco, ma anche nella vita reale.

Quel gioco si chiama Sword Art Online e solo un eroe riuscirà a liberare i giocatori intrappolati e a mettere fine all’incubo.

Quattro anni dopo, nel 2026, viene sviluppato un nuovo gioco MMO basato sulla realtà aumentata: è Ordinal Scale e permette ai giocatori di immergersi completamente nel mondo reale, tanto da diventare in breve tempo il gioco più popolare di sempre.

Però strani fatti cominciano ad accadere e un malvagio complotto pare infestare il gioco.

Sword Art Online ordinale scale

È questa la trama alla base di Sword Art Online: The Movie – Ordinal Scale, che arriverà al cinema il 13 e 14 giugno come ultimo appuntamento della stagione degli Anime al Cinema di Nexo Digital e Dynit.

Il regista Tomohiko Ito, già regista delle due serie animate, mette qui in scena la storia creata dall’autore originale, Reki Kawahara.

Sword Art Online è infatti la serie di light novel scritta da Reki Kawahara e illustrata da abec.

Un’opera dal successo straordinario con circa 17 milioni di volumi stampati in diversi paesi (tra cui Giappone, Cina, Corea del Sud, Stati Uniti, Canada e Regno Unito), 2 stagioni anime e uno speciale, tutti di enorme successo, e una terza stagione in cantiere: una saga che appassiona gli spettatori di tutto il mondo e un adattamento anime premiato come miglior serie televisiva del 2012 al Tokyo Anime Award.

Vastissimo anche il merchandising correlato: videogiochi (ne sono stati realizzati 3 per Playstation e uno per i cellulari), manga, costumi e naturalmente le spade che danno il titolo alla serie.

Giulio Cesare

Michelangelo – Amore e Morte

19-20-21 giugno 2017

 

Michelangelo Buonarroti (1475-1564), figlio del podestà Ludovico di Leonardo Buonarroti Simoni, fu uno dei giganti che attraversarono la magnifica stagione del Rinascimento italiano.

La sua esistenza tormentata e burrascosa e il suo eccezionale talento ne fecero uno degli artisti più amati di tutti i tempi, autore di capolavori come il David, la Pietà, Mosè, la Cappella Medicea, la volta della Sistina e il Giudizio Universale, la Pietà Rondanini.

Scultore, pittore, architetto e poeta, l’artista nato a Caprese nel 1475 sarà il protagonista dell’ultimo docu-film, con eccezionali immagini in alta definizione, della stagione 2017 della Grande Arte al Cinema.

Michelangelo: Amore e morte, propone un viaggio cinematografico d’eccezione attraverso le opere, i musei e i luoghi fondamentali della vita del Buonarroti: Firenze naturalmente, e poi Roma e la Città del Vaticano.

Ripercorrendo la biografia di Vasari, si comincia con l’apprendistato nella bottega del Ghirlandaio e l’incontro con Lorenzo il Magnifico nel Giardino di San Marco, una sorta Accademia ante litteram dove i giovani talenti studiavano le opere e le tecniche artistiche, copiando giorno dopo giorno le collezioni di arte antica dei Medici.

creazione di adamo - eventi michelangelo

 

Seguono lo studio attento del corpo umano, di cui ci racconta il professore di anatomia Peter Abrahams, e la relazione complessa con i vari, eccezionali artisti fiorentini dell’epoca.

Il percorso si snoda dalle opere più antiche, come i rilievi marmorei della Madonna della Scala e della Centauromachia conservati a Casa Buonarroti, per passare poi ad analizzare il Crocifisso di Santo Spirito in legno policromo, mostrando la cura con cui l’artista, ancora giovanissimo, riesce a descrivere l’anatomia del Cristo.

Il documentario ci guida quindi alla scoperta dei grandi capolavori pittorici, dal Tondo Doni degli Uffizi alla Deposizione di Cristo nel sepolcro della National Gallery, dalla volta della Cappella Sistina al Giudizio Universale, e approfondisce il delicato e appassionato tema del non finito che caratterizza molte delle opere dell’artista.

Michelangelo: Amore e Morte offre inoltre la straordinaria possibilità di conoscere i bronzi Rothschild, nudi virili in bronzo che cavalcano due pantere, unici bronzi michelangioleschi sopravvissuti ai secoli.

Eurcine

Giulio Cesare

The Royal Opera – Otello

In diretta via satellite al cinema
ore 20.15
Durata ca. 2h45min. compreso un intervallo

Con Jonas Kaufmann e Maria Agresta.
Dirige l’orchestra Antonio Pappano.

Musiche di Giuseppe Verdi

Una nuova appassionante produzione di Keith Warner, vincitore del premio Olivier, che rende onore a questo intenso dramma psicologico.

Si conclude con una delle produzioni più attese la stagione 2016-2017 della Royal Opera House al cinema, trasmessa su oltre 1500 schermi cinematografici di tutto il mondo dal prestigioso palcoscenico londinese di Covent Garden.

L’ultimo appuntamento, trasmesso mercoledì 28 giugno, in diretta via satellite alle ore 20.15, è con la nuova produzione di Otello, in una rivisitazione verdiana della grande tragedia di William Shakespeare, traboccante di gelosia, inganno ed efferatezze.

Il tenore di fama mondiale Jonas Kaufmann debutta nel ruolo del protagonista in questo intenso dramma psicologico.

Il regista vincitore del premio Olivier, Keith Warner, concentra il suo lavoro su temi come l’opposizione tra luce e tenebra, tra bene e male.

Lo spettatore si trova a esplorare il tracollo mentale di Otello, incoraggiato da Iago, il baritono francese Ludovic Tézier, e vede Otello credere che Desdemona, il soprano italiano Maria Agresta, lo abbia tradito.

Un dramma oscuro e tormentato, dove fiducia e insicurezza sono alimentate dalle bugie di Iago, i nemici diventano alleati e gli amici si trasformano in avversari.

otello

Musicalmente Verdi attinge al testo tormentato di Shakespeare per creare una partitura intensa che racconta passo dopo passo la violenta tempesta che apre l’opera, il terrificante Credo e il duetto sempre più disperato di Otello con Desdemona, alla Canzone del Salice.

Capolavoro del repertorio operistico, l’Otello di Verdi viene eseguito dall’Orchestra della Royal Opera House, dal Royal Opera Chorus e da un eccezionale cast di cantanti, con la direzione dell’acclamato direttore musicale della Royal Opera House Antonio Pappano.

La scenografia è stilisticamente semplice, con pareti scorrevoli e scene mutevoli ideate da Boris Kudlička, mentre il cast incarna pienamente l’eleganza dello stile elisabettiano nei costumi contemporanei curati da Kaspar Glaner.

Non perdere gli eventi di giugno nelle sale Circuito Cinema.