Amicizia e poesia in Tutto Quello che Vuoi

Francesco Bruni firma la regia di Tutto Quello che Vuoi, un’usuale storia di amicizia tra Alessandro, un ventenne turbolento e Giorgio, un poeta con un problema di memoria.

Tutto Quello che Vuoi, nelle sale Circuito Cinema dall’11 maggio.

Tutto Quello che Vuoi

 

Alessandro (Andrea Carpenzano) è un ventiduenne trasteverino ignorante e turbolento mentre Giorgio (Giuliano Montaldo) è un ottantacinquenne poeta dimenticato.

I due vivono a pochi passi l’uno dall’altro, ma non si sono mai incontrati, finché Alessandro accetta malvolentieri un lavoro come accompagnatore di quell’elegante signore in passeggiate pomeridiane. Col passare dei giorni dalla mente un po’ smarrita dell’anziano poeta, e dai suoi versi, affiora progressivamente un ricordo del suo passato remoto: indizi di una vera e propria caccia al tesoro.

Seguendoli, Alessandro si avventurerà insieme a Giorgio in un viaggio alla scoperta di quella ricchezza nascosta, e di quella celata nel suo stesso cuore.

Francesco Bruni: il regista di Scialla torna a raccontare i giovani

tutto quello che vuoi

Francesco Bruni è conosciuto principalmente per la sua collaborazione con Paolo Virzì, per cui ha firmato – insieme a Furio Scarpelli e Francesco Piccolo – diverse sceneggiature tra cui La Bella Vita (1994), Ferie d’Agosto (1996), Ovosodo (1997), Caterina Va in Città (2003), N Io e Napoleone (2006), Tutta la Vita Davanti (2008) e La Prima Cosa Bella (2010).

Come sceneggiatore ha collaborato con Francesca Comencini in Le Parole di Mio Padre, e ad alcuni film di Ficarra e Picone, e alla serie Il Commissario Montalbano.

Nel 2011 esordisce alla regia con Scialla in cui Luca, un quindicenne sregolato, scopre l’identità del padre in Bruno, un professore malinconico. Tre anni dopo torna al cinema con Noi 4, un film sulla famiglia e sulle sfide personali che si presentano quotidianamente.

Scopri questa commedia pieno di poesia in Tutto Quello che Vuoi, dall’11 maggio al cinema.